Il primo festival in un eco villaggio

 

foto sito 7 copiafoto sito 8foto sito 9


Dissidance Elektronic Music Fest è il primo passo del progetto artistico e creativo del collettivo TreeBoo Dissidance: tre giorni di musica, danza, performances, workshops e installazioni all’interno dell’eco-villaggio di Granara, provincia di Parma.


L’ecovillaggio è una realtà radicalmente alternativa a ciò a cui siamo abituati: le relazioni tra persone s’intrecciano strettamente con i ritmi e con i cicli naturali, diventando luogo d’incontro e laboratorio sociale.

Lo spazio perfetto per riflettere e ricercare una società comunitaria basata sulla musica, l’interazione solidale tra individui, l’ecologia, la socialità e l’espressione della creatività personale.


Il desiderio non è quello di evadere dalla realtà, ma è anzi quello di fornire consapevolezza ai partecipanti e generare una situazione estatica indotta dalla bellezza naturale, dall’arte e dalla musica.

Per questo ciascuno può partecipare al festival in modo attivo, stringendo relazioni, proponendo un progetto, costituendosi come parte integrante ed energia motrice della comunità danzante del Dissidance Elektronic Music Fest.


The first festival in an eco-village

The Dissidance Elektronic Music Fest is the first step in the artistic and creative project of TreeBoo. Three days of music, dance, performances, workshops and installations at the Granara eco-village, in the Parma area of Italy.

The eco-village reality is radically opposed to the one we are used to. The relations between people are firmly interlaced with the natural cycles, creating a place for encounter and a social laboratory.

A place where to reflect and interact in the search for a communitarian society founded on music, solidarity, ecology, socialisation and the expression of individual creativity.

Our desire is not to escape reality, but to build awareness between the members and create an ecstatic condition generated by nature’s beauty, art and music.

It is for this reason that everybody is invited to actively participate in the festival, building new relations, proposing new projects, and thus becoming an integral part and driving force of the dancing community of the Dissidance Elektronic Music Fest.