Ecologia e Autogestione

 

Dissidance Festival non vuole essere semplicemente un momento di divertimento, la fortuna di poter essere ospitati in un luogo tanto meraviglioso comporta delle responsabilità.

Il sistema attuale VIZIA le persone, i festival come il resto degli eventi in generale, vengono sempre visti come dei servizi offerti ai quali si accede pagando un compenso. Le dinamiche esistenti ora condizionano le persone negativamente, non permettono di sentirsi realmente partecipi e complici delle iniziative ma riducono al solo ruolo di spettatore. 

foto sito2foto sito 3foto sito 4

Noi sentiamo la necessità di cambiare queste cattive abitudini, vogliamo creare una situazione in cui tutti siano coscienti della propria importanza e siano consapevoli che la buona riuscita del festival dipende anche dal corretto comportamento di ognuno.

Non si vuole assolutamente costituire un regime autoritario che monitori le attività del festival, vorremmo che fosse lo spirito offerto dall’ecovillaggio a smuovere gli animi delle persone affinché adottino un comportamento rispettoso nei confronti sia dell’ambiente che di se stessi.

Lo spazio che ospiterà il festival dovrà essere d’esempio per tutti, siamo convinti che questo modello sia un’alternativa più sana e concreta rispetto alla realtà a cui siamo abituati, perciò vorremmo che per la durata dell’evento, ci si sforzasse di ragionare in maniera comunitaria e solidale. 

All’ingresso verranno distribuiti tazze e posacenere tascabili: ci affidiamo alla vostra responsabilità, sarebbe sconfortante terminare il festival in un ecovillaggio dovendo raccogliere centinaia di mozziconi e bicchierini di plastica, lo sforzo per evitarlo è il minimo!!

foto sito 5foto sito 6

Il compenso che verrà chiesto per la partecipazione al festival comprenderà le spese effettive alla sua realizzazione, non ci sarà nessun tipo di guadagno derivato dalla vendita dei biglietti. All’interno dell’area sarà possibile portare da mangiare e da bere liberamente, nessuna spesa aggiunta, nessuna brutta sorpresa. Il grande spazio per il campeggio soddisferà le esigenze di tutti e chiunque sarà libero di gestirsi autonomamente. 

Il festival metterà inoltre a disposizione aree di ristoro a prezzi popolari, i cui proventi saranno destinati alla realizzazione di eventi futuri.